Assolutamente sì …a prescindere


Ma cosa gli è preso a tutti, sono rinscemiti? 😦

Ogni intervistato, sia egli vice-ministro agli affari ingarbugliati, che esperto di deburocratizzazione rampante, ormai rispondono alle domande dirette con un rassicurante… assolutamente sì.

Salvo poi aggiungere tutti quegli argomenti olofrastici che ne sminuiscono la sicurezza, a prescindere dai quali, certo. 😉

Poi, ai giornalisti e alle starlettes, si sono aggiunti gli interpreti illetterati dei reality show e i mentitori professionali che affollano i salotti serali dei talk show.

Ieri  pomeriggi chiedevo telefonicamente ad un collega se ritenesse utile incontrarci di persona… assolutamente sì, la pronta risposta, a prescindere dal fatto che fosse molto occupato, quindi quasi no. 😀

Già Dante realizzava che l’Italiano di allora fosse la lingua del sì. Sì lo farò, sì vengo domani, sì certo ci mancherebbe… sì, yes, da, certamente e ora… assolutamente sì.

Abbiamo sentito dire sì, tante volte a vanvera, che ora non basta più o almeno non basta più da solo.

Basta ascoltare un po’ Simona Ventura e i suoi emuli.

– Mi passi il sale? – Assolutamente sì – Passalo e stai zitto! –

– Sai che ora è? – Assolutamente sì – Chi se ne frega se lo sai assolutamente sì, dimmi l’ora, assolutamente cretino! –

Può darsi che sia arrivato dalle traduzioni letterali dei colloqui americani, dove l’originale absolutely viene spesso usato, senza yes però.

Del resto i traduttori dei film non sono mai stati in USA e non sanno che i pepperoni sulla pizza non sono le note verdure, ma salciccia piccante.

Che i tempi, così insicuri, abbiano contribuito a formare un vago senso di inadeguatezza alla semplice e breve affermazione Sì?

E’ già tranchant, SI vuol dire sì, non forse o quasi e magari,

NO vuol dire no, stop.

Personalmente mi rifiuterò, radicalmente, di ascoltare chicchessia usi a sproposito tale allocuzione.

Assolutamente sì, lo giuro. 😀

e noi abbiamo la BMW e voi nooo…


Cari amici siamo arrivati alla fine delle alte considerazioni che i proprietari delle due ruote hanno nei confronti dei loro compagni di strada. Comunque, tranne gli Harleysti e quelli con lo scooter, tutti salutano e se c’è bisogno si fermano per prestare aiuto.

Chiudiamo la serie Lombrosiana con gli amici dalla BMW

1            I BMWisti sono orgogliosi e maniaci

2            I BMWisti indossano la tuta BMW sopra lo smoking

3            I BMWisti hanno la penna a sfera BMW

4            I BMWisti hanno le mutande rinforzate BMW

5            I BMWisti sono seri e non giocano a chi ce l’ha più lungo al semaforo

6            I BMWisti non faticano a 180 Kmh perchè ci hanno il cupolino o il parabrezza

7            I BMWisti sono tedeschi o filotedeschi e fanno la fila come le automobili

8            I BMWisti usano il parascarpe per non sporcarsi le Tod’s con la leva del cambio

9            I BMWisti usano i guantini per non sporcarsi le manine

10          I BMWisti se vanno in bicicletta usano la bicicletta BMW

Mi sono rimasti solo quelli col cupolino globale anti pioggia + cinture di sicurezza e quelli con due ruote davanti. A giudizio delle altre categorie che abbiamo attentamente esaminato, dovrebbero starsene a casa sul divano.

Quando girano per strada, quasi sempre al telefonino, nessuno li considera motociclisti (tranne la loro mamma).

No, no, non ci dimentichiamo della Ducati


Ahi che dolor! la sella della Ducati, ma per essere fighi si sopporta questo ed altro.

In genere i due ruote sopportano la Ducati perchè è una marca Italiana e perchè hanno un tantino di invidia della ripresa repentina del desmodromico. Quando sentono il tipico rumore si spostano e bofonchiano.

1            I Ducatisti sono precisini, le Ducati sono così pulite che sembrano tutte nuove

2            Se un Ducatista cade e si ferisce si preoccupa prima della motocicletta

3            I Ducatisti vanno in giro da soli perchè non hanno la ragazza

4            Quando i Ducatisti hanno finalmente una ragazza la incollano sulla ruota

5            I Ducatisti riconoscono il rumore, pardon la melodia, del desmodromico a un chilometro di distanza

6            I Ducatisti non sopportano gli scooter che si mettono davanti al semaforo

7            Quando piove i Ducatisti coprono prima la moto

8            I Ducatisti ci hanno la ripresa, per questo sogghignano al semaforo

9            Se il desmo trafila un po’ d’olio lo asciugano con un fazzoletto di seta

10          Se non basta usano il foulard della ragazza incollata sulla ruota

I prossimi saranno i maniaci della BMW 😀

Perchè i motociclisti non considerano gli Harleysti


Continuo i decaloghi Lombrosiani che, oltre ad essere cattivi, eccitano gli animi 😉

Cominciamo dagli Harleysti. A dire il vero nessuno degli altri Motociclisti si sogna di considerarli Motociclisti veri.

Sono molto più omogenei degli altri gruppi.

Nel loro enorme sforzo di apparire diversi e originali non si accorgono che, così facendo, sono tutti uguali. 😀

Le uniche che li considerano Motociclisti sono le nonne che hanno visto Easy Ryder e credono che siano brutti, sporchi e cattivi come nei film.

Dunque…

1            Gli Harleysti sono brutti, sporchi e cattivi come nei film

2            L’Harley Davidson non è una motocicletta è un sofà con le ruote

3            Le Harley fanno un casino d’inferno per dimostrare che esistono

4            Gli Harleysti si vestono da Harleysti con l’elmetto al posto del casco

5            Gli harleysti bevono wiskey e hanno paura dell’acqua piovana

6            Gli Harleysti vanno sempre dritti (i sofà non hanno uno sterzo che funziona)

7            Gli Harleysti hanno male ai piedi ma non tolgono mai gli stivali

8            Gli Harleysti vanno sempre in gruppo perchè da soli hanno paura dei Motociclisti

9            Gli Harleysti sono sordi grazie al loro tubo di scappamento

10          Gli Harleysti hanno il culo basso e hanno bisogno della sella raso terra 😀

Ah! tra l’altro gli Harleysti non rispondono mai al saluto, ma non è chiaro se non capiscono o se sono solo stronzi.

E così mi sono inimicato anche gli Harleysti… 😉

Perchè gli Scooteristi odiano i motociclisti


Dopo il vertiginoso successo 😉 del decalogo Perchè i Motociclisti odiano gli Scooteristi, darò anche un po’ di soddisfazione alla parte avversa che ha protestato su Twitter.

Con una considerazione in più, i Motociclisti pur essendo meno numerosi, sono molto più complicati e così ho dovuto enuclearne tre tipologie, di cui scriverò separatamente nei prossimi giorni, gli Harleysti, i BMWuisti e i Ducatisti.

Honda, Yamaha, Suzuki, Kawa, Triumph, Guzzi ed altri non sono così identificabili in categorie Lombrosiane e quindi li chiamerò solo Motociclisti tout court.

Certo neppure loro sono normali 😎 ma i loro tic non sono così omologabili.

Tutti insieme come sono visti dagli Scooteristi?

1            I motociclisti sono stronzi

2            I motociclisti se la tirano e allacciano pure il casco

3             I motociclisti sprecano un sacco di benzina ma al semaforo li raggiungiamo sempre 😀

4            I motociclisti pretendono che al rosso nessuno si piazzi davanti a loro

5            I motociclisti NON smanettano al semaforo

6            I motociclisti si incazzano perchè prendono i moschini in faccia

7            I motociclisti si incazzano quando li superi in frenata

8            i motociclisti si fermano al rosso anche quando non c’è la polizia

9            I motociclisti non riescono a fare lo zig zag in mezzo alle macchine

10          i motociclisti sono proprio stronzi

P.S.

ho scritto motociclisti tutto minuscolo perche gli Scooteristi li odiano davvero  *_*